Attività di diagnosi organizzativa .

 
L’intelligenza organizzativa non è rappresentata dal quoziente intellettivo dei singoli manager e dei dirigenti bensì alle componenti sociali ed emotive dei singoli membri che si formano e si strutturano in relazione al clima e alla cultura di una data organizzazione. Non cerchiamo più la prestazione efficiente o efficace ma la prestazione di CONTESTO che promuove la qualità della organizzazione ampliando la visione dell’individuo a tutta l organizzazione.

Un ambiente positivo con elevata intelligenza emotiva è contagioso e crea una prestazione di contesto collettivo propositivo, al contrario una organizzazione composta da intelligenze scarsamente emotive va incontro al travaglio emotivo fino ad arrivare alla sindrome del collasso emotivo e di esaurimento con effetti negativi sull’organizzazione.
 
 

L’indagine di clima organizzativo è uno strumento che misura lo stato di salute di un’organizzazione in un particolare momento della sua evoluzione e si realizza attraverso il coinvolgimento del personale dell’organizzazione o di un campione rappresentativo di essa, con l’utilizzo di vari strumenti quali questionari, interviste individuali e focus-group.
Tale analisi prende in considerazione sia la dimensione interpersonale che quella individuale: nella dimensione interpersonale viene valutata la qualità dei rapporti con l’azienda, i superiori e i colleghi; la coesione del gruppo di lavoro, la collaborazione; le dinamiche di comunicazione; gli stili di leadership; la soddisfazione relazionale
.

 

L’indagine di clima organizzativo è uno strumento che misura lo stato di salute di un’organizzazione in un particolare momento della sua evoluzione e si realizza attraverso il coinvolgimento del personale dell’organizzazione o di un campione rappresentativo di essa, con l’utilizzo di vari strumenti quali questionari, interviste individuali e focus-group.
Tale analisi prende in considerazione sia la dimensione interpersonale che quella individuale: nella dimensione interpersonale viene valutata la qualità dei rapporti con l’azienda, i superiori e i colleghi; la coesione del gruppo di lavoro, la collaborazione; le dinamiche di comunicazione; gli stili di leadership; la soddisfazione relazionale.

Nella dimensione individuale hanno importanza il senso di appartenenza all’organizzazione, la soddisfazione relativa alla funzione svolta, la motivazione, il senso di responsabilità e di autonomia e la libertà di espressione.

Il nostro è un approccio interazionista perché è solo all’interno dello scambio continuo con l’organizzazione, con i propri colleghi e superiori che gli individui sviluppano un clima organizzativo.

Gli strumenti scelti:
 

1

Colloquio conoscitivo e definizione del profilo professionale

3

Colloquio di feedback sui risultati del test e di analisi finale

2

Test che valuta l’intelligenza emotiva in relazione al setting lavorativo

4

Consegna del dossier ( in lingua Italiana o Inglese)
 
Durata per ogni profilo analizzato circa 2 ore.
 

1

Colloquio conoscitivo e definizione del profilo professionale

2

Test che valuta l’intelligenza emotiva in relazione al setting lavorativo

3

Colloquio di feedback sui risultati del test e di analisi finale

4

Consegna del dossier ( in lingua Italiana o Inglese)
 
Durata per ogni profilo analizzato circa 2 ore.
 
Annunci